Fanta che? Fantacalcio?

Ecco una mini-guida stilata per chi vuole affacciarsi al gioco del fantacalcio, farsi un’idea su di esso, capire come funziona o semplicemente acquistire qualche nozione in più su questo splendido gioco.

Sommario

  1. Cos’è il Fantacalcio?
  2. Perché è così bello e avvincente?
  3. Un po’ di storia: quando nasce e da chi è stato inventato?
  4. Il regolamento: ufficiale o non ufficiale?
  5. In quanti si gioca?
  6. Come si gioca?
  7. La Formula a “scontri diretti”
  8. La Formula “Granpremio”
  9. Dove prendere i voti? Qual è il miglior quotidiano?
  10. Consigli utili per l’asta
  11. Il Fantacalcio è una malattia? Quand’è che sono malato di Fantacalcio?
  12. Qualche link utile
  13. I migliori fantacalcio on-line
  14. Curiosità: altre versione di fantacalcio

1. Cos’è il Fantacalcio?

E’ il gioco piu’ bello del mondo dopo il calcio, a detta dei suoi creatori, dei moltissimi giocatori e di noi SFantallenatori che lo giochiamo in versione Super. 😉

Il Fantacalcio è un gioco di simulazione calcistica di fantasia che prevede la gestione di squadre virtuali formate da calciatori reali, scelti fra quelli che giocano il torneo cui il gioco si riferisce (Serie A, UEFA Champions League, Mondiale, Europeo).

Inizialmente organizzato da gruppi di amici più o meno numerosi, appassionati di calcio, e giocato con la formula degli scontri diretti, si diffonde negli ultimi anni anche con la formula a granpremio, grazie alla quale può essere giocato anche da un numero illimitato di partecipanti, anche via internet.

Ogni partecipante si cimenterà nei panni di Presidente/Allenatore di una fanta-squadra “virtuale”.

Torna su ↑

2. Perché è così bello e avvincente?

Ci sono almeno un milione di risposte a questa domanda. Cercherò di elencarne alcune.

Innanzitutto le domeniche, o meglio le partite di calcio in generale, senza fantacalcio non sono la stessa cosa.
Anzi, le partite di calcio sono tutt’altra cosa se viste pensando al fantacalcio che si gioca contemporaneamente ad esse. Ecco, così rende meglio.

Partiamo dal pressupposto, quindi, che il fantacalcio risulterà avvincente soprattutto per chi ama il calcio e lo segue da spettatore.

A ciò si aggiunge che al ruolo passivo del tifoso si sostituisce quello attivo, e se possibile ancora più coinvolto, del fanta-allenatore, ragion per cui le emozioni vissute in tempo reale saranno accentuate e le soddisfazioni avute in caso di vittoria saranno maggiori, grazie anche ad una sorta di certificazione ottenuta a livello personale.

Hai schierato i tuoi giocatori dopo averli acquistati in un’asta drammatica e sudata, ne hai esclusi altri (che magari sono andati bene), hai concluso una trattativa lunghissima che si è risolta in un flop totale, ti sei preoccupato di vagliare attentamente le liste infortunati e squalificati per evitare errori in partenza: vuoi mettere che seguirai il calcio non più da semplice tifoso e che tutte le partite saranno per te importanti, non solo quella della tua squadra del cuore?

Già, le partite da seguire con trepidazione saranno molte di più perché i giocatori di una fanta-partita sono distribuiti tra le varie squadre e ai fini del tuo risultato, del risultato della tua fanta-squadra, sarà importante la loro prestazione, i gol fatti, le ammonizioni e le espulsioni, gli assist e così via. Anche la partita più noiosa e inguardabile, sarà per te emozionante e ti farà stare incollato alla televisione.

Questo gioco da modo di tifare diversamente, in maniera nuova, più attiva, divertente e gratificante.

Torna su ↑

3. Un po’ di storia: quando nasce e da chi è stato inventato?

Dal 1988 ad oggi, oltre 20 anni di storia e gloria per il gioco più bello del mondo dopo il calcio.
Fantacalcio nasce ufficialmente a Milano nel lontano 1988, ad opera di un gruppo di amici che, dopo avere sperimentato le prime partite in occasione degli Europei di quell’anno, realizzano un regolamento vero e proprio e sviluppano, passo dopo passo, il gioco.

L’ispirazione ovviamente arriva da una simulazione sportiva USA, probabilmente quella basata sul Football Americano (FFL, Fantasy Football League).

La nascita del Fantacalcio è solita essere ricondotta dunque al 1988 – generalmente il 30 ottobre si festeggia il suo compleanno – anche se solo nel 1990 viene per la prima volta pubblicato da Riccardo Albini (Rical), edizioni Studio Vit, storico gruppo redazionale, creatore di alcune delle più importanti riviste del settore informativo-videoludico, dal 2000 acquisito da Kataweb del Gruppo Editoriale L’Espresso.

Più avanti arriva anche la pubblicazione del primo libro intitolato Fantacalcio – Serie A, contenente le regole ufficiali che col tempo vengono aggiornate di volta in volta. La consacrazione del gioco e la sua diffusione avvengono anche grazie all’accordo siglato dallo Studio Vit (detentore del marchio) con un noto quotidiano sportivo. Un’intesa durata sette anni che allarga ulteriormente la base dei ‘fantallenatori’.

Alla fine degli anni ’90 il gioco si diffonde nel mondo di Internet e proprio on line si trovano applicazioni esaltanti e fantasiose (ad esempio, la possibilità di giocare contro avversari sconosciuti, sparsi in Italia e nel mondo ma accomunati dalla stessa fantapassione).

Si trasforma facilmente in fenomeno di massa, con più di due milioni di “praticanti” e tutta una serie di competizioni, ufficiali e private, on e off line, telefoniche, su carta e chi più ne ha più ne metta.

Negli utlimi anni, terminata la collaborazione con il precedente quotidiano sportivo, il gioco sbarca sul Corriere dello Sport – Stadio e più avanti (con un clamoroso successo) sui siti internet di Radio Deejay e di Sky Italia.

Torna su ↑

4. Il regolamento: ufficiale o non ufficiale?

In molti si chiedono da che base partire, se esiste un regolamento ufficiale o meno.

Senz’altro il fantacalcio, da buon fantasy game, è predisposto per delle regole da creare con la propria fantasia anche se ovviamente si parte da una base che è quella che hanno buttato giù gli stessi fondatori.

Per quanto riguarda il fantacalcio italiano viene pubblicato ogni anno un libro sul Fantacalcio, contenente il “Regolamento Ufficiale” (che viene modificato di anno in anno) e le statistiche complete sul campionato appena trascorso, con medie-voto per ogni quotidiano sportivo, classifiche divise per ruolo dei giocatori secondo la loro fantamedia (ovvero il voto dei quotidiani sportivi più i punti ottenuti per i bonus e i malus) e altri dati interessanti. Nel libro sono inoltre presenti le rose delle squadre di serie A divise per ruolo, da utilizzare per il Fantamercato.

Puoi scaricare il Regolamento Ufficiale Federazione Fantacalcio stagione 2009/10 cliccando qui.

Creare delle varianti al Regolamento per così dire ufficiale può essere evidentemente un punto di forza per il proprio fantacalcio, per delineare un gioco che si adatti a casi ed esigenze specifici, semplificare il regolamento, complicarlo, correggerlo, l’importante è avere delle regole del gioco per evitare liti furibonde ed amicizie di lunga data rovinate per sempre.

Per farti un’idea puoi dare un’occhiata al regolamento dei fantacalcio non italiani; continua a leggere.

Torna su ↑

5. In quanti si gioca?

Normalmente si può creare un parallelo tra il numero dei partecipanti al gioco e la difficoltà del gioco stesso: quanto più è alto il numero dei fanta-allenatori, maggiore sarà la difficoltà nel comporre le rose e conseguentemente minore la qualità delle stesse.

Qualora si giocasse in 4, sarà facile scegliere buoni giocatori durante l’asta, giocando in 6 un po’ meno facile, ancor meno in 8 e così via. Si passerà quindi dall’individuare quali calciatori, tra i migliori, svolgeranno la migliore stagione all’intuire quali, tra i meno noti, troveranno modo di risultare delle “scoperte”.

Noi della Lega Super Fantacalcio consigliamo un numero medio di 8 partecipanti.

Torna su ↑

6. Come si gioca?

Ogni buona guida elenca per primo “gli ingredienti”:

  • una competizione da utilizzare come riferimento per giocare;
  • una lista dei giocatori di tale competizione divisi per ruolo (portieri, difensori, centrocampisti, attaccanti);
  • una buona dose di regole se non un Regolamento stilato personalmente o scaricato da Sfantacalcio;
  • un gruppo di amici appassionati di calcio e non;
  • un quotidiano sportivo o un servizio on-line per recuperare i voti dei giocatori di giornata in giornata.

Come si procede?

Bene. Ci si riunisce per svolgere il Fantamercato iniziale, lista dei giocatori alla mano, per formare le rose delle squadre partendo da un limite, da un budget in fantamilioni per ognuno con il quale acquistare i giocatori all’asta.

Formate le Rose si passa alla fase attiva vera e propria: ogni Domenica, o comunque parallelamente ad una giornata della competizione scelta in partenza come riferimento, si svolgerà una giornata del Fantacampionato.

Si consegna quindi la formazione scelta tra i giocatori della propria rosa, secondo i moduli elencati nel regolamento (in genere 1 portiere c’è sempre, minimo 3 difensori e 1 attaccante, massimo 3 attaccanti e le riserve), e si sommano poi i voti dei giocatori schierati (presi dalla fonte scelta in partenza) per arrivare al punteggio finale della propria fanta-squadra, tenendo conto di altri importanti fattori, come ad esempio +3 punti per il gol fatto, -1 per il gol subito dal portiere, -0,5 per un’ammonizione, -1 per l’espulsione e così via.

A seconda della modalità di gioco scelta, a scontri diretti o a gran premio, si risolvono poi le partite di giornata in giornata, trasformando i punteggi ottenuti in gol con una tabella di conversione, o si sommano i punteggi per stilarare la classifica e arrivare al vincitore a fine stagione.

Torna su ↑

7. La Formula a “scontri diretti”

Tale modalità di gioco prevede, dopo aver stilato un calendario di gioco, la disputa di partite tra due squadre con l’assegnazione di, generalmente, 3 punti per la vittoria, 1 per il pareggio, 0 per la sconfitta.

La somma dei voti dei giocatori schierati viene convertita in gol “virtuali” secondo una tabella predefinita.
Si parte dal presupposto che se non tutti gli 11 titolari arrivano alla sufficienza si rimane a 0 (zero) gol; quindi il primo gol arriva a 66 punti totalizzati (6×11). A seguire, con una sufficienza aggiuntiva si raggiunge normalmente il secondo gol, quindi a 72 punti totalizzati (66+6).

Nel corso del tempo si sono studiate poi diverse fasce per determinare i gol successivi al secondo. Dopo un ottimo studio probabilistico per rendere i risultati fantacalcistici quanto più simili a quelli calcistici, si è deciso per una terza fascia da 5, che determina il terzo gol a 77 punti totalizzati (72+5), una quarta fascia da 4, quarto gol a 81 (77+4), e fasce successive da 4 punti, quindi 85, 89, 93 e così via.

Torna su ↑

8. La Formula “GranPremio”

Serve un meccanismo che permette di giocare in tanti contemporaneamente? E allora ecco la modalità cosidetta “granpremio“.
Si assegna ad ogni giocatore di Serie A un valore in Fantamilioni (che varia ogni Domenica a seconda del rendimento, ci sono delle risorse per avere le valutazione bell’e pronte) e si fissa un tetto massimo di spesa per ogni Fantallenatore.
Ogni fanta-allenatore sceglie quindi la sua Rosa e comunica ogni domenica la propria Formazione. Viene calcolato il punteggio con i soliti criteri, e ne nasce una classifica a punti complessiva.

Torna su ↑

9. Dove prendere i voti? Qual e’ il miglior quotidiano?

Risposta scontata. La media voti tra le diverse valutazioni giornalistiche può essere utile al fine di un risultato finale più giusto e oggettivo, per quanto le valutazioni e i giudizi dei giornalisti sono a prescindere comunque soggettive.

Uno degli aspetti più avvincenti di questo gioco è senz’altro quello dei voti; tale aspetto arricchisce il tutto con discussioni per la loro assegnazione determinata da simpatie o campanilismo e per la loro incoerenza con le reali prestazioni dei giocatori.

Non esiste quindi un quotidiano “migliore” in assoluto perché le pagelle dei quotidiani, sportivi e non, possono addirittura falsare il risultato della partita di Fantacalcio, penalizzando o avvantaggiando l’esito finale della fanta-partita (e del fanta-campionato).

Purtroppo è un dato di fatto che, ancora oggi, alcuni giornalisti non assegnano i voti con la giusta attenzione e professionalità, probabilmente perché non sono visti come qualcosa di realmente importante da decidere con la massima obiettività ma come un di più al proprio commento o addirittura come uno strumento per compiere l’ennesimo esercizio di “stile giornalistico”.

Tanti giornalisti sono assegnati a determinati campi e a determinate partite, sempre le stesse. Sarebbe bello poter intercambiare i “votanti” per creare un sistema vario e sicuramente più valido per garantire una migliore resa a tutti i giocatori di Fantacalcio che possono essere stimati in oltre centinaia di migliaia.

Fare la media dei voti di più quotidiani sportivi sarà dunque più macchinoso ma rimane ancora la via migliore per arrivare a risultati più obiettivi possibile nelle fanta-partite, tenendo conto anche del fatto che un giornale di una certa città normalmente tende a favorire nei voti i giocatori delle squadre di calcio della stessa città.

Torna su ↑

10. Consigli utili per l’asta

Lo scopo è naturalmente quello di accaparrarsi i giocatori migliori ma non conviene spendere tutto e subito per pochi giocatori, anche se sono i migliori sulla carta, per due motivi: 1. non è sicuro che avranno una stagione che confermerà la spesa fatta per loro; 2. ci sono parecchi giocatori da acquistare, e serviranno per tutto l’anno.

In ogni caso si prevedono normalmente dei mercati a stagione in corso, i cosidetti mercati di riparazione per dare la possibilità di acquistare i giocatori lasciati liberi in fase di previsione iniziale e che invece si sono dimostrati validi. Chi ha sbagliato potrà quindi recuperare.

Per tale motivo è sempre consigliato cercare di fare buon uso, buona gestione, dei fantamilioni che si hanno in cassa.

L’asta è la fase principale per lo svolgimento del gioco, nonché la più avvincente.

Spesso è capitato di spendere tanti fantamilioni per un campione di una grande squadra che poi si è dimostrato fuori forma o si è infortunato, oppure si è deciso di investire pochi fantamilioni in qualche scommessa, ad esempio in un attaccante di una squadra di bassa classifica, che si è fatta valere alla grande durante la stagione e ha portato anche delle vittorie per la nostra fanta-squadra.

E se il mio attaccante gioca contro la mia squadra del cuore?

Altro fattore da tener conto è l’influenza del tifo tradizionale: la scelta dei giocatori della propria rosa potrebbe essere ardua nel caso in cui ci si lasci coinvolgere troppo dalla propria fede calcistica.

Bisogna cercare di porsi sopra le parti, di non pensare troppo ai propri beniamini e di analizzare ogni giocatore in funzione delle sue potenzialità e di quelle della sua squadra.

Il tifare per la propria fanta-squadra potrà entrare facilmente in conflitto con il tifo per la squadra del cuore; non a caso in molti, dopo anni di partecipazione al fantacalcio, prendono in qualche modo “le distanze” da essa.

I migliori fantallenatori non tifano nel calcio reale? Non è detto ma aspettati di tutto.

Per questi motivi è importante vagliare le proprie scelte in fase d’asta, magari studiando prima la situazione, anche se di fronte al fattore principale che governa il fantacalcio, la fortuna, non si può nulla. Neanche volendolo.

Torna su ↑

11. Il Fantacalcio è una malattia? Quand’è che sono malato di Fantacalcio?

Come scrissi qualche tempo fa è il primo caso di malattia che fa star bene.
Beh, è proprio così. Se sei malato di fantacalcio, quando non puoi giocarlo, quando non ci sono partite da analizzare per trarre le giuste considerazioni per la migliore gestione della tua fanta-squadra, allora senti che c’è qualcosa che non va, che manca, stai male.
Caso strano, dunque, è la malattia a farti star bene.

Sei malato di fantacalcio quando:

Sei una persona piena di interessi e di impegni: lunedì pagelle ufficiose, martedì pagelle ufficiali, mercoledì sguardo alla Champions per scongiurare infortuni, giovedì sguardo alla UEFA per scongiurare infortuni, venerdì improbabili formazioni, sabato probabili formazioni, domenica partite ed eventuale suicidio.

Durante le partite prendi appunti come Mourinho, alzi le sopracciglia rispondendo alle domande nel dopopartita come Ancelotti, diventi una persona inutile in tutto il resto della settimana come Ranieri.

Hai comprato il programmino per gestire la lega, hai comprato la tessera per giocare, hai comprato la guida con i consigli e le statistiche, hai comprato il giornale tutti i sabati, le domeniche, i lunedì, i martedì e se tutto va bene e quest’anno vinci il fantacalcio, recuperi quasi il 50% dei tuoi investimenti (pari allo 0,3% se consideriamo anche l’abbonamento tv).

Se un tuo giocatore segna contro la tua squadra del cuore hai una strana della reazione: si tratta di un improvviso attacco di disturbo bipolare di II grado.

Chievo-Reggina non la trasmettono su Premium, su RadioRai c’è la telecronaca della semifinale del campionato italiano di cricket e la definizione dei canali cinesi su internet è tale che si vede solo un rettangolo verde (con un’odiosa vocina che ama ridere). Non resta che guardare fisso per 90 minuti la pagina 220 del Televideo, per vedere se segna Pellissier.

La tua fantasquadra ha un logo, dei colori sociali, una prima maglia, una maglia da trasferta, una terza maglia per la Champions, un capitano, un vicecapitano, un main sponsor, un secondo sponsor, uno sponsor tecnico, una sede sociale, un presidente, un allenatore, un direttore sportivo, uno stadio, un centro sportivo, una tifoseria gemellata, un derby, un sito ufficiale, un inno, svariati gruppi ultras, una carta tifosi, un archivio, una radio, un canale tematico, una madrina, centinaia di wallpaper, un’iniziativa benefica, una mascotte, dei cori per la maglia oltre che per ogni giocatore, una data ufficiale di fondazione, una divisa sociale firmata, dei campus in Italia e nel mondo, un archivio, un muro dei tifosi dove scrivi solo tu e tutto questo riprodotto anche su Second Life. Con tutto il tuo tempo perso, oggi potevi essere ricco.

In modo da trarne il massimo beneficio da ognuna, ogni anno (in bagno) ti fai non più di due o tre leghe.

Adori fantasticare.

Nonostante tu abbia la squadra indubbiamente più forte della lega, perdi tutte le prossime partite perché il tuo avversario segna sempre un gol in più rispetto a te, impazzisci e sostituisci Maurizio Mosca a Guida al Campionato.

Sul campo da calcetto, ci si avvia un’oretta prima perché i capitani devono fare l’asta per decidere le squadre.

La tua fantasia erotica è raggiungere l’orgasmo mentre, con la radio accesa, il tuo Buffon para un rigore al suo Amoruso. Il non plus ultra è che c’era qualche juventino in area e Amoruso viene espulso per proteste subito dopo (in questo caso però devi essere allenato per un orgasmo modello Rocco).

Pensi che Ronaldinho sarebbe stato un ottimo acquisto per il Milan, ma solo se il Barcellona gliel’avesse venduto da centrocampista.

Armeggiando con la successione di Fibonacci , una calcolatrice rovesciata e un potente diserbante hai scoperto casualmente la formula che determina le quotazioni dei giocatori.

Consideri il punto debole di tutte le squadre di Serie A il fatto che hanno tutti i giocatori della stessa squadra.

Applichi i consigli del signor Cotenna non solo nel fantacalcio ma anche nella vita.

Torna su ↑

12. Qualche link utile

Ecco una serie di link utili per chi gioca il fantacalcio italiano, basato sul campionato di Serie A: fa sempre comodo avere delle risorse a portata di mano su internet.

Statistiche di tutti i giocatori sul Campionato in corso (voti, fantamedia, cartellini, tabellini…):

http://www.fantagazzetta.com/statistiche_calciatori.asp
http://www.fantallenatore.it/quot_stat.htm

Voti in Anteprima:
Alcuni quotidiani riportano le medie-voto e le statistiche di tutti i giocatori. In particolare ogni martedi si possono trovare sul Corriere dello
Sport e la Gazzetta dello Sport. La domenica, invece, il solo Tuttosport pubblica le medie-voto.

http://fantagalla.altervista.org/home/voti/fantacalcio.php
http://www.fantagazzetta.com/voti_fanta_gazzetta_dello_sport.asp
http://www.votifantacalcio.it/
http://www.pallonetto.com/fantacalcio/

Torna su ↑

13. I migliori Fantacalcio on-line

http://fantascudetto.sky.it/
http://fantacalcio.deejay.it/
http://fantagenius.fantagazzetta.com/

In aggiornamento…

Torna su ↑

14. Curiosità: altre versioni di fantacalcio

Prossimamente…

Torna su ↑

Vuoi scaricare questa guida in pdf per portarla al tuo Fantamercato? Contattami

0
Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *