La Serie A Ritrova Ranieri, Giampaolo Rimane

Tempo di movimenti sulle panchine di A già dopo le prime giornate.

Gasperini non ha convinto nelle prime uscite nerazzurre, anche se qualcuno ha chiaramente assolto l’ex allenatore dell’Inter per ovvi motivi. Al suo posto subentra Ranieri che sembra avere già le idee chiare per il risollevamento.

Tre le cose principali messe subito in chiaro dal mister, quasi a compiacere il presidente Moratti:

  1. Capitan Zanetti è il punto fermo della squadra per garantire compattezza, giusta mentalità e supporto tattico in campo;
  2. Sneijder è trequartista e giocherà, quando giocherà, dietro le punte;
  3. Pazzini non è una riserva di lusso ma è il bomber che in ogni squadra dovrebbe giocare titolare.

Cambiano le carte in tavola, dunque, e quei fantallenatori che hanno puntato su Milito, conoscendo bene il Gasp e la sua stima immensa per il bomber argentino, saranno costretti a ricredersi qualora, come sembra, Diego dovesse fare il gregario del Pazzo.

Giampaolo ha bisogno di tempo

L’altra panchina tremolante, quella di Cesena, rimane per ora in piedi: nonostante le 3 sconfitte di esordio Giampaolo è stato confermato dalla dirigenza bianconera.

Troppi nuovi innesti in una squadra teoricamente molto forte che ha bisogno di tempo per potersi amalgamare e dimostrare un gioco convincente ma, soprattutto, vincente.

0
Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *