Il Noif e le regole che non comprendo

Come al solito – vorrei trasformarlo in un appuntamento fisso – mi piace commentare l’applicazione del regolamento e delle regole federali del giuoco del calcio. Dopo aver pesantemente criticato la regola della bestemmia e l’ingiusta gogna mediatica all’indirizzo di Buffon, in assoluto uno dei più corretti al mondo, puntiamo il dito su alcuni provvedimenti che si leggono nei comunicati del giudice sportivo del 22 febbraio 2010.
Partiamo dalla stangata all’Inter: 1 giornata a Samuel e Cordoba per espulsione, più che giustificate e fa bene l’arbitro nel referto a parlare (nel caso di Samuel) di fallo da ultimo uomo tagliando la testa al toro sul problema se andasse ammonito o espulso direttamente(nei fatti cambiava poco visto che Samuel era già ammonito). Così facendo però rimane anche diffidato. 3 giornate a Mourinho: poco da dire, provvedimento sacrosanto, anche in virtù della recidiva. Simili gesti, quello delle manette, anche non avesse voluto dire quello che tutti hanno capito, non sono accettabili in Italia e, anche se straniero, deve adeguarsi. Poco comprensibili, per il fatto che non eravamo lì, le due giornate a Cambiasso e Muntari.
Si legge:
CALCIATORI NON ESPULSI
SQUALIFICA PER DUE GIORNATE EFFETTIVE DI GARA
CAMBIASSO Esteban Matias (Internazionale): per avere, nell’intervallo, nel sottopassaggio
che adduce agli spogliatoi, tentato di colpire con un pugno un calciatore della squadra avversaria;
infrazione rilevata dai collaboratori della Procura federale.
MUNTARI Sulley Ali (Internazionale): per avere, al 35° del primo tempo, uscendo dal terreno
di giuoco per la sostituzione, rivolto ripetutamente un’espressione ingiuriosa agli Ufficiali di gara;
infrazione rilevata dal Quarto Ufficiale.

Nel caso di Cambiasso è un collaboratore della procura federale ad accorgersene e non l’arbitro. Nulla questio
Nel caso di Muntari è la terna (anzi il quartetto in questo caso) arbitrale che se ne accorge. Perché non lo mandano via? Perché non espellerlo?
La regola dice:
L’arbitro ha la facoltà di punire un calciatore e anche un allenatore o un qualsiasi dirigente presente in panchina, per cattiva condotta, gioco violento o proteste. Il direttore di gara può estrarre il cartellino giallo come ammonizione e il cartellino rosso che comporta l’espulsione del giocatore. Anche un giocatore in panchina può essere punito con i medesimi provvedimenti. Nel caso venga espulso un dirigente o un allenatore, questi viene allontanato dalla panchina senza l’esposizione del cartellino.
Il ricorso dell’Inter credo verterà proprio sull’errore tecnico dell’arbitro.
C’è da dire però, che Muntari era sì in panchina, ma sostituito. Cambia qualcosa?
Niente prova tv per Sokratis Papastathopoulos (Soc. Genoa) nei confronti del calciatore Floro Flores Antonio (Soc. Udinese). La dinamica dell’azione e la limitata energia impressa al movimento del braccio non evidenziano
infatti, nell’esclusione di ogni ragionevole dubbio, quell’intenzionalità lesiva che deve necessariamente connotare la violenza dell’azione.
Infine, anche se meno interessante, l’esimente di cui di cui all’art. 13, n. 1. lett. a) b) ed e) del Codice di Giustizia Sportiva, che vi invito a verificarlo, ha efficacia solo per il Milan. In pratica quando si fanno esplodere dei petardi la società viene punita con una multa ex art. 12, n. 3, a meno che non ricorrano i presupposti citati dalle esimenti citate, non applicabili con recidiva continuata. Il Milan non ha mai preso un euro di multa dalla prima giornata ad oggi grazie a questo artifizio.

16
Comments
  1. Ros Alfimperg ha detto:

    Conky anche io mi sono chiesto la stessa cosa per Muntari…e continuo a non darmi una risposta. ieri mi sono detto…ma cazzo scusa viene squalificato per una cosa successa durante la partita e non prende il cartellino…boh!
    saranno forse delle direttive che hanno visto che non sono in terna ma c’è anche il quarto uomo e che forse dopo la sostituzione rimandano tutto a fine gara! sinceramente non saprei rispondere, nemmeno da arbitro!
    per il milan mi puoi riassumere cosa dicono quei comma dell’articolo? sono curioso di saperlo!
    per le altre espulsioni tanto di cappello…ammettete che il mister dell’Internazionale l’ha fatta un po fuori dal vasino?
    prima mi stava simpatico per le sue interviste e conferenze stampa schiette, però una volta ogni due mesi gli viene la vena di presunzione e inizia a stare un po sugli amenicoli a tutti! e poi in campo ha fatto lo show, se fossi stato interista mi sarei un po vergognato, anche perche in campo tutto è andato in maniera più che corretta con il suo peggior nemico, la giacchetta nera!
    e per favore vi anticipo: non ditemi che pazzini era espulsione perche allora o sono io fuori dal mondo o chi lo pensa è permaloso fifty-fifty!

  2. Giupe ha detto:

    Vorrei iniziare dicendo che Josè Mourinho è uno di quei 3-4 allenatori più bravi del mondo, forse secondo solo a Fabio Capello, almeno per quanto riguarda il fatto prettamente tecnico, poi dal punto di vista dello stile e dei comportamenti quella è un’altra cosa, so solo che così facendo non fa mettere mai gli occhi sulla sua squadra ma sempre e solo su di lui lasciando la squadra in pace. Per me è un’ottima tattica, anche se comunqeu come al solito esagera un pò troppo.

    Io non avendo seguito il match non sapevo che Muntari fosse in panchina in quel momento però come avete giustamente detto voi poco cambiava.

    Per quanto riguarda Cambiaso, credo che sia stato giusto il procedimento, almeno per quello che vivo io nei campionati minori quali Eccellenza e Promozione. Può accadere che un commisario notifichi qualcosa. Poi ovviamente Concky e Ross potete anzi dovete dirmi se sbaglio o meno.

    E comunqeu tranquillo Ross io non te lo dico che Pazzini era da espulsione!

    Per quanto riguarda i fatti accaduti col Milan e col Genoa non posso parlare perchè non ho visto nulla o comunque non ricordo di aver visto l’esempio a cui ti riferisci

    1. Conky ha detto:

      No Giupe forse mi sono spiegato male, non sono io che ho visto petardi ma sono i procuratori federali che di volta in volta segnalano e lo si può leggere sui comunicati del gs. Il problema è che puntualmente, ogni santo lunedì, si legge: quattro petardi nella curva del Milan nessuna sanzione, 3 petardi nella curva del Milan nessuna sanzione. 1 petardo nella curva della Longobarda (per dire) 4mila euro di multa. E’ solo una curiosità, giuro non comprendo la ragione del perché per il Milan ci sia sempre e comunque l’esimente.

      1. Giupe ha detto:

        Sisi avevo capito perdonami mi son spiegato male io avevo capito che npn lo dicevi tu, scusa ancora 🙂

  3. Conky ha detto:

    Su Pazzini e sull’arbitraggio di Inter-Sampdoria non ho scritto nulla, sia perché non c’entrava nulla con il post sia perché a mio avviso è stato un arbitraggio esemplare. A velocità normale avrei detto che Pazzini meritava il rosso, ma rivisto con calma il giallo mi sembra più giusto.
    Mourinho tira l’acqua al suo mulino, in campo non ha fatto nessuno show e non ha mai insultato nessuno. Il gesto delle manette non si può accettare, su quello credo siamo tutti d’accordo, ma sul resto non credo che qualcuno si sia mai vergognato di Carletto Mazzone o Serse Cosmi e i loro show erano decisamente peggio.
    Quanto al Milan: 
    la regola è quella dell’ammenda per responsabilità oggettiva, a meno che la società non collabori e via dicendo. In caso di recidiva, art. 16, le esimenti cessano. Nella curva del Milan i pterdi sono la regola, eppure non comprendo perché mai una multa.
    E’ una mia curiosità, come è curiosa la squalific di Cambiasso notata da un terzo inviato dell procura, quando per disciplina interna se ne inviano due a partita. Sembra quasi una telecamera puntata sull’Inter per punire ogni singolo episodio. Tutta qui la rabbia in casa nerazzurra. Ma criticarla anche per il silenzio stampa è davvero ridicolo.

  4. Ros Alfimperg ha detto:

    Conky l’esempio fuori luogo di Pazzini era di corollario al tuo articolo anche se un pò off topic! è stata un affermazione lanciata li cosi!
    Su Mourinho e gli altri personaggi suoi colleghi vorrei provare a dire due parole sperando di farmi capire.
    Dici che non è stato ridicolo eccezion fatta per il gesto delle manette ( beh a riguardo la giustificazione del suo portavoce è anche quella ridicola, non gli crederebbe nemmeno un bimbo di 3 anni)?
    secondo me è ridicolo per la corsa lungo tutta l’area tecnica e più… è ridicolo o forse sto sbagliando l’utilizzo di questa parola, è irriguardoso, strafottente!
    è strafottente la risatina accompagnata da movimenti plateali in lungo e in largo e la conseguente testatina alla parte superiore della panchina… è strafottente la risatina accompagnatta da corsetta da centrometrista e relativo inchino vicino ai suoi collaboratori e altra risatina e mani in viso…ahhh Mourinho Merola e dacci un taglio!
    Mazzone e Cosmi hanno fatto di peggio? non ricordo atteggiamenti strafottenti da parte loro, forse atteggiamenti incazzosi, arrabbiati ma non strafottenti. Avrei preferito vedere un vaffanculo accompagnato dalla mimica articolare della mano, sarebbe stato più spontaneo, più immediato, più “giustificabile” se lo si guarda nel contesto di una gara nervosa e tesa…
    voleva innervosire i suoi colleghi in settimana…è finito intrappolato nella sua stessa rete!
    i gesti che ha fatto, consapevole delle riprese televisive, sono stati belli e creati al momento per dare risalto a quello che faceva ancor più che per sfogare il proprio nervosismo, la propria tensione!
    andare a mostrare le manette diretto alle telecamere, correre 15metri di panchina chinarsi,mettersi le mani al capo, ridere, sbattere la testa alla panchina, non vedo niente di naturale, ma soltanto un modo come un altro per far qualcosa con il suo seguito mediatico settimanale!
    altra cosa che magari in pochi hanno notato: dopo una di queste “merolate portoghesi” si avvicina il 4° uomo per calmarlo e lui gli mette la mano sulla spalla e gli dice: “vai vai…si si… vai vai… vai vai…va bene cosi” spero riuscirete a guardarlo, un essere umano normale subendo questa strafottenza questa aria di essere superiore agli altri almeno un destro glielo avrebbe dato! signor Mourinho, sei un essere umano come gli altri, umiltà!
    non mi esprimo sulle sue potenzialità da allenatore nel podio mondiale…a questo punto il cosi tanto criticato Mancini potrebbe stargli a braccetto… e forse magari anche Cosmi o Mazzarri se  avessero allenato una Nazionale “Internazionale” in un campionato nazionale!

  5. Conky ha detto:

    Se la metti su questo piano ok, nulla da dire. Io lo considero molto plateale e goliardico, non sarà stiloso ma il calcio a mio avviso ha bisogno di personaggi: è uno spettacolo, non una serata di gala. 
    Paragonarlo a Mancini mi sembra seriamente riduttivo e fuori luogo, sia per quello che è riuscito a vincere con una squadra chiamata Porto (non certo stramiliardaria) sia per il rispetto e il modo in cui parlano di lui i suoi ex allievi e calciatori, sia perché con lui l’Inter ha finalmente un gioco.
    Ci sono allenatori che hanno provato a vincere con squadre ben più forti di quella che allena lui e non lo hanno fatto. Rosa più forte non è equazione di successo. Altrimenti gli allenatori non servirebbero.

  6. Ros Alfimperg ha detto:

    Dom, scorsa stagione  all’incirca settembre 2008, non avevo sky, seguivo le partite su italia 7, trasmissione molto “goliardica” e “passionale”, con i vari Corno, Crudeli e compagnia cantante, era la prima stagione per il mago di Porto in Italia e per 3 mesi interi, l’Inter vinceva ma la stampa e la trasmissione criticava l’allenatore perchè la squadra non aveva un gioco!
    arrivati a metà stagione l’inter ancora prima, i giornalisti interisti stessi ancora a criticare e solo a fine anno tutti zitti perche non si puo criticare chi vince. in mezzo la parentesi eliminazione dalla Champions, l’ennesima…eppure era stato preso al posto del Mancio per migliorare proprio questo, il rendimento in   Coppa dei Campioni, se non ricordo male fece peggio dell’ex Sampdoriano.
    il problema vero e non credo di dire un eresia è che l’inter è cosi forte anche perchè le altre squadre sono cosi deboli, cosi la sua continuità di risultati vittorie e vittorie alternate ad intermittenza a mesi di pareggite la rende irraggiungibile perchè le altre non hanno una continuità di rendimento!
    cavolo io tifo Milan e sono entusiasta del campionato della mia squadra come di quello della Roma perche non credevo di potermi avvicinare a 4 punti dall’ Inter, perche questa squadra durante l’estate ha investito, tutte le altre no!
    ora non dico che Mourinho sia un allenatore scadente, perche non sono in grado di giudicare perfettamente, però sostengo che per quanto si parli della sua forza lui non abbia mai dato dimostrazione di questa bravura, se non in due circostanze. Al Porto e nel caricare la propria squadra! ecco come l odefinirei un moralizzatore, più che allenatore! molto metaforicamente…
    non sono in grado di fare paragoni ne dire meglio Leonardo, Prandelli, Ferrara o altri però reputo che lo esaltino tanto e poi non vedo dove stia lo Special One!

    1. Conky ha detto:

      anche Dio ci ha messo 6 giorni per creare il mondo. Se fossi più onesto nell’analisi confronteresti il primo anno di Mancini con il primo anno di Mourinho. Anche al Chealsea ci sono i soldoni, ma da quando è andato via lui non si vince più!   

  7. Giupe ha detto:

    Non penso di andare fuori topic perchè si parla comunque di regole. Dom mi spieghi per quale articolo e per quale comma non è stato dato il rigore clamorosamente evidente al Chelsea con seguente espulsione di Samuel?
    Oggi il Mou aveva un sorriso a 60 denti con quest’arbitro..

    1. Conky ha detto:

      Si ma sono gare internazionali quindi sei off-topic 🙂
      Sarebbe più logico parlare dello scempio in Fiorentina-Milan. 
      Siamo ancora sicuri che Rosetti sia il migliore?
      Qnt alla Champions – a parte la mancata espulsione per il secondo giallo a Kalou e il rigore,  Mejuto Gonzalez è stato perfetto e per me è il migliore al mondo. Gestione impeccabile della gara.
      Vado io off-topic: gli errori tecnici peggiori sono quelli di Eto’o sull’1-0 e prima del mancato rigore e quello di J. Cesar sul pari di Kalou. Questo sì costerà la qualificazione.

      1. Giupe ha detto:

        Ma si dai Concky era una battuta. Provocatoria, ma era una battuta 🙂

        E comunque hai ragione tu sul fatto del Milan, ma rimaniamo in topic, ieri Mourinho ha continuato a fare lo scemetto pure in conferenza stampa!

        1. Conky ha detto:

          non l ho vista ne letta. Che ha detto?

          1. Giupe ha detto:

            Ha parlato del fatto di Calciopoli, sparando qualche cavolata, ed è andato a parlare anche ieri sera di errori arbitrali che erano accaduti nel pomeriggio nella partita del Milan, che va bene son palesi, ma caspita hai vinto contro il Chelsea cosa c’entra parlare del Milan e del campionato italiano?

          2. Fantandrea ha detto:

            Non hai colto la sua “stuzzicante” affermazione in risposta a chi ha detto (Galliani, Abete…) di abbassare i toni.
            E’ stato così che si è costruita una storia vergognosa tutta “italiana”, in silenzio, facendo tacere il più possibile.
            Altro che cavolate.
            Questa precisazione per segnalarvi che sul forum si discute proprio di questo e che riguardo al regolamento e ai casi presi in analisi sono stati scritti ben pochi commenti in-topic. Sulle qualità di Mourinho si parlerà in un altro posto. 😉

  8. Giupe ha detto:

    Si si ma comunque si è parlato delle qualità di Mourinho che accompagnano il suo modo di esprimersi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *